ILTABURNO

Vai ai contenuti

Menu principale:

A Pompei apre la casa degli Amanti e del Frutteto

La casa è stata interessata da interventi di messa in sicurezza nonché dal restauro degli apparati decorativi, questi ultimi realizzati con fondi ordinari del Parco archeologico di Pompei.

NOTA STAMPA RCS SPORT - CORSE DI PRIMAVERA

Riguardo le corse di ciclismo di primavera, Strade-Bianche,  Tirreno-Adriatico, Milano-Sanremo, RCS Sport ribadisce che sta lavorando per il  regolare svolgimento degli eventi. A tal fine RCS Sport è in costante  contatto con gli organi competenti e, di concerto con loro, potrà prendere tutte  le misure più idonee per lo svolgimento delle manifestazioni sportive  stesse.
Milano 25/02/2020


Un libro su Papa Giovanni Paolo I scritto da Anthony Luciano

    
Papa Giovanni Paolo I voleva denunciare gli illeciti della Santa sede. Un libro scritto da Anthony Luciano
Roma 26 febbraio 2020

Il Flavio Puteolano tra potere imperiale e fede

locus iste LUOGHI E MEMORIA
Domenica 1° marzo ore  10:00 “Il Flavio Puteolano, tra potere imperiale e fede” Appuntamento: Piazza  del Mercato Vecchio, davanti al Bar Pasticceria Malibu Pozzuoli (Na).   
Napoli 26 febbraio 2020

PAOLISI (BN): I CARABINIERI DI MONTESARCHIO ARRESTANO DUE PUSHER DELL’AVELLINESE TROVATI CON 55 DI COCAINA.
Nella tarda serata di ieri, a Paolisi, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Montesarchio nel corso degli opportuni servizi per il controllo del territorio hanno tratto in arresto due persone, entrambe di 28 anni della provincia di Avellino, D.M.B. di San Martino Valle Caudina e C.V. di Cervinara. I militari, infatti, nel corso di un posto di controllo lungo la strada Statale 7 - Appia hanno proceduto a fermare un auto con due persone a bordo e, insospettiti dal loro atteggiamento, hanno effettuato una perquisizione personale e veicolare, tanto che nella tasca del giubbino del passeggero hanno rinvenuto un involucro di cellophane, contenente circa 55 grammi di sostanza verosimilmente cocaina. Addosso ai due sono state rinvenute anche alcune banconote di piccolo taglio, 110 euro in tutto, ritenute provento dell’attività di spaccio. Nel corso delle successive perquisizioni anche alle abitazioni dei due, in quella di San Martino Valle Caudina è stato rinvenuto il materiale per il confezionamento delle dosi di stupefacente che insieme al denaro ed alla sostanza stupefacente è stato posto sotto sequestro.
Pertanto, i due sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, sono stati accompagnati presso le loro abitazioni in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Montesarchio (BN), lì 27 febbraio 2020.

Scossa magnitudo 3 nel golfo di Salerno Epicentro a 16 chilometri da Castellabate, nessun danno.
Una scossa di terremoto di magnitudo 3 è stata registrata alle 5:52 in mare nel Golfo di Salerno. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 34 km di profondità ed epicentro a 16 km da Castellabate. Non si segnalano danni a persone o cose.
Salerno 27 febbraio 2020

CITTÀ di MONTESARCHIO - ORDINANZA SINDACALE CONTINGIBILE E URGENTE N. 1 DEL 26 FEBRAIO 2020 (Provvedimento a scopo precauzionale diffusione COVID – 19)
IL SINDACO
VISTA l’Ordinanza del Ministro della Salute del 21.02.2020 n. 2180, con la quale è stato dichiarato per sei mesi lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti trasmissibili;
VISTO il decreto legge n. 6 del 23.02.2020, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19;
RITENUTO di dover intervenire con urgenza, a scopo precauzionale, predisponendo gli interventi necessari al fine di evitare possibili situazioni di nocumento per la salute pubblica, effettuando interventi di sanificazione di aule e uffici dei plessi scolastici di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale;
VISTI gli artt. 50 e 54 del D. L.gs n. 267/2000; ORDINA - Per le motivazioni espresse in narrativa, nei giorni 28 e 29 Febbraio c.m.:
> La chiusura delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale, per consentire l’effettuazione di interventi di sanificazione di aule e uffici.
AVVERTE
> Il presente provvedimento, ha solo scopo precauzionale, pertanto si invita la popolazione a non creare allarmismi.
DISPONE
> CHE la presente Ordinanza, venga trasmessa per quanto di loro competenza al Responsabile dell’Area di Polizia Locale e Igiene Urbana e al Responsabile dell’Area Pianificazione e Governo del Territorio – Tutela Ambientale e Paesaggistica.
> VENGA trasmessa per conoscenza alla Azienda Sanitaria Locale (BN) Dipartimento di prevenzione; alla Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Benevento; alla Questura di Benevento; alla locale Tenenza della Guardia di Finanza; Alla locale Compagnia e Stazione dei Carabinieri.
> NOTIFICATA tramite PEC ai Dirigenti Scolastici delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale, che provvederanno alla necessaria informazione dei genitori dei bambini di alunni e studenti, nelle forme e nei modi utilizzati di consuetudine.

Montesarchio 26 febbraio 2020


Arresti domiciliari presso struttura sanitaria di tipo residenziale a carico di un 25enne di Apollosa
A seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Stazione di San Leucio del Sannio (BN), hanno dato esecuzione all’ordinanza, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Benevento, di applicazione della misura cautelare in regime di arresti domiciliari presso struttura sanitaria di tipo residenziale a carico di un 25enne di Apollosa (BN), già sottoposto alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare con divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalle persone offese, perché raggiunto da gravi indizi di colpevolezza in ordine ai delitti di minaccia e estorsione ai danni dei genitori. Dopo l’esecuzione della misura originaria, i militari avevano accertato che lo stesso non si era allontanato dalla casa familiare e aveva altresì posto in essere ulteriori condotte violente nei confronti della madre.  
Il G.I.P., condividendo la valutazione prospettata dal P.M., ha ritenuto non più adeguata la misura cautelare originariamente prevista e ne ha disposto l’aggravamento, essendo altre misure cautelari inidonee a tutelare la incolumità delle persone offese.
Al termine degli accertamenti e delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso la struttura sanitaria.
Benevento, 26 febbraio 2020.

SAN BARTOLOMEO IN GALDO: I CARABINIERI SVENTANO UNA TRUFFA E RESTITUISCONO I SOLDI ALL’ANZIANA VITTIMA
In tarda mattinata i Carabinieri della Compagnia e della Stazione di San Bartolomeo in Galdo hanno sventato una truffa realizzata da un ventenne napoletano nei confronti di un’anziana signora di 83 anni. La donna, poco prima aveva ricevuto una telefonata, nella quale una persona con voce femminile, spacciatasi per la nipote, le diceva che di li a poco avrebbe ricevuto un pacco a casa e che per il ritiro avrebbe dovuto pagare 4.800 euro. Dopo pochi minuti, a casa della donna si presentava un giovane che riferiva di dover ritirare i soldi e che a breve avrebbe consegnato il pacco. La donna consegnava i soldi (in particolare 3 banconote da 200 euro e 84 da 50 euro) ma, memore anche della campagna di informazione fatta a riguardo dai  Carabinieri per scongiurare le truffe proprio agli anziani, poco dopo telefonava ad alcuni congiunti per i dubbi sulle modalità del recapito.
I parenti, compreso che si era trattato di un raggiro, hanno contattato i Carabinieri al 112 che,  anche grazie alle indicazioni fornite dalla vittima, hanno rintracciato subito un giovane napoletano che, a bordo di una Lancia Y, era per le vie del centro fortorino.  Il giovane alla vista dei militari tentava di allontanarsi, ma veniva fermato e sottoposto a perquisizione personale. A bordo della sua auto veniva rinvenuto del denaro contante per l’importo di 4.800 euro (per la precisione 3 banconote da 200 euro e 84 da 50 euro) che, dopo le opportune verifiche, è stato restituito all’anziana donna.
A questo punto, il giovane, originario di Napoli, veniva accompagnato presso la Caserma dei Carabinieri di San Bartolomeo per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e procedere con la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento nei suoi confronti  per il reato di truffa aggravata dall’età della vittima. La reattività della donna e l’immediato intervento dei militari hanno evitato questa volta che la donna perdesse per sempre i risparmi di una vita. E’ dal mese di dicembre, da quando cioè i Carabinieri hanno iniziato una serie di incontri per evitare tali truffe agli anziani,  che nel Fortore sono stati scongiurati diversi casi di truffe ad anziani.
San Bartolomeo 26 febbraio 2020

CORONAVIRUS: 400 I CASI ACCERTATI IN ITALIA
++Aggiornamento delle ore 18.00++
Presso la sede del Dipartimento della protezione Civile proseguono i lavori del Comitato Operativo al fine di assicurare il coordinamento degli interventi delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.  
Secondo i dati forniti dalle regioni e dal Ministero della Salute al momento risultano contagiate 400 persone in 9 regioni e una Province autonoma. Nel dettaglio: i casi accertati di Coronavirus in Lombardia sono 258, 71 in Veneto, 47 in Emilia-Romagna, 11 in Liguria, 3 in Piemonte, 3 nel Lazio, 3 in Sicilia, 2 in Toscana, uno nelle Marche e uno a Bolzano. I pazienti ricoverati con sintomi sono 128, 36 sono in terapia intensiva, mentre 221 si trovano in isolamento domiciliare. Tre persone sono guarite, mentre 12 sono decedute.
Roma 26 febbraio 2020

BENEVENTO: ATTIVITA’ ANTIDROGA DEI CARABINIERI IN CITTA’. CONTROLLI E PERQUISIZIONI.
SORVEGLIATO SPECIALE TROVATO CON UN PANETTO DI HASHISH E UNA BANCONATA DA 50 EURO FALSA.
    Questo mattina,  i Carabinieri hanno effettuato un servizio coordinato finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, per il quale sono state effettuate diverse perquisizioni in questo capoluogo. Infatti, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Benevento, in una di queste attività, al rione Libertà di questo capoluogo, presso l’abitazione di un 29enne sorvegliato speciale, presso un’area pertinente al domicilio,  hanno rinvenuto, con l’ausilio anche di una unità cinofila dei Carabinieri di Sarno (SA), un panetto di circa 100 grammi di hashish, poi sequestrato. Nel corso della stessa perquisizione è stata rinvenuta anche una banconota da 50 euro falsificata.
      L’uomo, pertanto è stato denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per i reati di detenzione di sostanze stupefacenti e spendita e introduzione di monete falsificate.  
Benevento 25 febbraio 2020

    
CARABINIERI: ATTIVITA’ ANTIDROGA DEI CARABINIERI IN CITTA’ PUSHER ARRESTATO PER DETENZIONE E SPACCIO DI STUPEFACENTI
I Carabinieri, nella tarda serata di ieri, nel corso di un servizio coordinato finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, per il quale sono state effettuate diverse perquisizioni in questo capoluogo, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Benevento hanno arrestato D.C.M. un 58enne di Benevento, noto nell’ambiente droga e con alle spalle altre vicende giudiziarie specifiche.
     I militari, nel corso del servizio di osservazione hanno sorpreso l’uomo mentre esercitava l’attività  di spaccio in via Porta Rufina, nei pressi delle Poste Centrali, e durante la perquisizione personale addosso allo stesso hanno rinvenuto una dose di sostanza stupefacente del tipo cocaina nascosta nel cinturino dell’orologio e, successivamente, nella perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto e sequestrato altre dosi e involucri di cellophane, contenente la medesima sostanza per un peso complessivo di circa 13 grammi, che è stata sequestrata. Inoltre, è stato rinvenuto il materiale per il confezionamento delle dosi di stupefacente e la somma di 560 euro, in banconote di vario taglio,  ritenuta provento dell’attività di spaccio, il tutto posto sotto sequestro.
    L’uomo, accusato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, su disposizione del Sostituto Procuratore di Turno, è stato ristretto in regime di detenzione domiciliare a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Benevento 25 febbraio 2020


 
PIETRELCINA/MONTESARCHIO: DUE PREGIUDICATI NAPOLETANI DENUNCIATI DAI CARABINIERI PER TENTATA TRUFFA IN CONCORSO.
Continua incessante l’attività dell’Arma per impedire la consumazione di truffe in genere. Dopo i due napoletani denunciati ieri per tentata truffa in Durazzano (BN), nella serata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Montesarchio (BN) hanno individuato e deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria altri due pregiudicati partenopei.
In particolare, nel pomeriggio di ieri, perveniva tramite Centrale Operativa, la ricerca di un’autovettura con due persone a bordo che avevano tentato di consumare una truffa in danno di una donna di Pietrelcina (BN). La stessa, poco prima contattata per la consegna di un pacco a nome del nipote,  si era resa conto di essere vittima di un tentativo di truffa grazie ad un passante che aveva intuito le intenzioni dei malviventi e quindi aveva dato l’allarme. I due, vistisi scoperti, si allontanavano a bordo del veicolo ma venivano individuati mentre transitavano nei pressi di Montesarchio (BN) da equipaggi della Radiomobile e della S.I.O. del 10° Rgt. CC “Campania”, in supporto dell’Arma Territoriale per il controllo del territorio nella Valle Caudina.
Intercettato il veicolo, scaturiva un breve inseguimento e i fuggitivi venivano raggiunti mentre si allontanavano a piedi dopo aver abbandonato il veicolo. Condotti presso il Comando Compagnia CC di Montesarchio (BN) i due venivano identificati in un 61enne e un 24enne entrambi di Napoli e con a carico svariati precedenti penali.
Al termine delle formalità di rito a carico dei due soggetti scattava il deferimento per il reato di tentata truffa in concorso e venivano inoltre allontanati con proposta per l’emissione di f.v.o..
Anche in questo caso la collaborazione della persona offesa e di un cittadino del posto sono stati determinanti per evitare la consumazione del reato, permettendo altresì di individuare e identificare i responsabili.
Montesarchio (BN), 22 febbraio 2020

Emessa misura cautelare divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa
A seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Compagnia di Benevento hanno dato esecuzione all’ordinanza, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura, di applicazione della misura cautelare personale del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, a carico di un uomo,  appartenente alle forze dell’ordine, raggiunto da gravi indizi di colpevolezza in ordine al delitto di atti persecutori nei confronti della ex compagna.
Le indagini svolte hanno permesso di documentare una serie di comportamenti molesti posti in essere dall’indagato fino a quando la persona offesa non ha  deciso di denunciarlo. Nel corso della relazione con la donna, l’uomo aveva profferito al suo indirizzo epiteti offensivi, ne aveva controllato gli spostamenti, le aveva impedito di frequentare amici e conoscenti, le aveva imposto il modo di vestirsi e aveva controllato il suo telefono, accusandola di intrattenere una relazione sentimentale con un altro uomo. Dopo la fine della relazione sentimentale con la donna, l’uomo aveva continuato a contattarla e molestarla con messaggi e chiamate, nonostante l’espresso rifiuto della stessa, e aveva contattato anche i parenti ed i conoscenti della donna per convincere la medesima a tornare con lui. A causa di tale condotta, la persona offesa versava in uno stato di ansia e di paura e aveva mutato le proprie abitudini di vita.
Benevento, 21 febbraio 2020

DURAZZANO (BN): DUE PREGIUDICATI NAPOLETANI DENUNCIATI DAI CARABINIERI PER TENTATA TRUFFA IN CONCORSO.
Continua incessante l’attività dell’Arma per impedire la consumazione di truffe in genere. E proprio per questa tipologia di reato, i Carabinieri della Compagnia di Montesarchio (BN) hanno individuato e deferito in stato di libertà due pregiudicati napoletani alla Procura della Repubblica di Benevento.
In particolare, nella mattinata odierna, perveniva ai militari della Stazione CC di Sant’Agata de’ Goti (BN) una segnalazione da parte di una donna di Durazzano (BN) la quale riferiva di essere stata contattata telefonicamente da un individuo che,  asserendo di essere suo figlio, le intimava di consegnare ad un postino una somma in denaro pari a 1.200,00 euro in cambio di un pacco da lui ordinato.
Intuendo di essere probabilmente vittima di un tentativo di truffa la donna aderiva all’offerta e nel contempo allertava immediatamente i Carabinieri della Stazione CC di Sant’Agata de’ Goti (BN).
I militari giunti sul posto riuscivano ad individuare e fermare due soggetti, uno mentre si accingeva a bussare alla porta dell’abitazione della vittima con un pacco in mano mentre l’altro, il complice, mentre attendeva nell’auto in sosta.    
I due venivano identificati in un 18enne e un 21enne entrambi di Napoli e con a carico svariati precedenti penali che venivano quindi condotti pressi gli uffici dell’Arma per gli accertamenti del caso.
Al termine delle formalità di rito a carico dei due soggetti scattava il deferimento per il reato di tentata truffa in concorso e venivano inoltre allontanati con proposta per l’emissione di f.v.o..
Inoltre il conducente veniva anche sanzionato per guida senza patente in quanto mai conseguita.
Il pacco veniva sottoposto a sequestro e all’interno conteneva materiale di scarso valore commerciale.
Anche in questo caso la collaborazione della persona offesa è stata fondamentale per l’identificazione dei responsabili.
Montesarchio (BN), 21 febbraio 2020.

Torna ai contenuti | Torna al menu